fabiovisentin.com spiritual growth and solutions of divine love

lavorare in proprio

CREARE LE GIUSTE BASI PER UN LAVORO IN PROPRIO

Lavorare è il mezzo con cui facciamo le esperienze che ci servono nel nostro percorso di vita, per imparare a tornare in pace con tutti, e per imparare ad essere produttivi e muoverci con una forza motrice sostanziale per il benessere della nostra vita e quella degli altri.
Partendo dal punto che tutti i lavori hanno una eguale dignità inquanto ci rendono attivi e produttivi, quindi mettono in moto la nostra forza di volontà, possiamo comunque dire che essere pronti ad un lavoro in proprio ci dà maggiore soddisfazione e libertà da molti punti di vista, e ci rende espressioni libere delle nostre capacità.

Lavorare e fare ciò che ci piace è un modo divertente per progredire velocemente e con il sorriso, essere dipendenti dalle nostre capacità ci responsabilizza e ci fa credere di più in noi stessi.
Ma come facciamo a gettare le giuste basi per essere i boss di noi stessi ?
Normalmente dobbiamo saper maestralmente risolvere un problema di un determinato tipo, avendo una panoramica di conoscenze tali da essere sicuri di cosa facciamo e come.

Come cominciare ?

Impariamo le basi andando a scuola ed ottenendo una licenza di scuola elementare e media, le scuole superiori sevono per avere una più vasta conoscenza e una preparazione più ampia per esempio per le lingue straniere, molto importanti nel mondo del lavoro, che possono facilitare qualisiasi impiego.

Impara a praticare da subito ciò che ti piace, impara a lavorare quanto prima nella tua vita, è l’unico modo per essere preparato ed acquisire la giusta conoscenza per un lavoro in proprio.
In qualsiasi posto cè un’opportunità di fare qualcosa, hai una possibilità di farla, e una possibilità per incrementare il tuo bagaglio di esperienze e sentirti utile.

Osserva l’ambiente in cui vivi per trovare i bisogni ed i problemi più comuni, che devono essere soddisfatti, essere un professionista infatti è il soddisfare un bisogno o risolvere un problema comune a più persone.

Impara ad osservare il lavoro, all’inizio di ogni professione il guardare e l’osservare e poi praticare è l’unico modo per cominciare con il piede giusto un’attività. I bambini usualmente fanno questo, imparano guardando e divertendosi, praticando ed imitando. Questa tecnica è una delle migliori per l’approccio a nuove esperienze.

Ecco perché chi comincia da piccolo ad avere una passione più o meno forte, normalmente ha una conoscenza più vasta delle problematiche relative ad essa, trovandosi quindi poi in una posizione di vantaggio rispetto a chi decide di intraprendere la stessa attività in età avanzata.
Diciamo che per svolgere e gestire un’attività in proprio è necessario in primis l’amore del proprio lavoro, questa è la forza che trasforma il lavoro in passione, e che rende quindi piacevole trascorrere molte ore al giorno nel fornire soluzioni ad un determinato problema.

Gettare le giuste basi per un lavoro in proprio, quindi si traduce in capire le qualità peculiari di ognuno di noi, vedere che tipo di lavori ci attraggono di più, trovarne uno in particolare e cominciare a specializzarsi, leggendo manuali se necessario, riviste, praticandolo magari con una persona più esperta, per infine essere pronti e preparati personalmente.

Una giusta preparazione, ci prepara poi alla nostra attività vera e propria.
Il tempo per avere una giusta preparazione in un determinato campo dipende propriamente dalla nostra voglia di imparare e dalla nostra dedizione nel farlo, quindi implica la nostra ferma volontà nel raggiungere un obiettivo e dare tutta la nostra disponibilità di tempo e denaro.

Desiderio – attività – volontà – obiettivo

Per ogni cosa vale questo antico schema, da un desiderio si mette in moto un’attività diretta dalla volontà per il raggiungimento di un obiettivo.
Quindi il tempo è relazionato a quanta energia impieghiamo nell’attività, maggiore la nostra volontà, minore il tempo.

L’importante in qualsiasi attività che si faccia è avere un obiettivo, senza un obiettivo la nostra energia sarà dispersa in varie direzioni, l’energia deve essere canalizzata ed usata con la massima proficuità e l’obiettivo serve proprio a questo.
Se necessario scriverlo in ogni posto visibile, su un foglio di carta e appenderlo dove si guarda più di frequente, è un modo per ricordarsi dove lo sforzo si deve finalizzare.

Siate sempre positivi e praticate spesso affermazioni positive. Chi è molto negativo cambi totalemente atteggiamento, la negatività causata da esperienze traumatiche di presenti o passate incarnazioni è da sradicare subito. Non esiste business se siamo nagativi. La nostra mente deve essere libera e positiva, sempre in qualsiasi condizione. Trasmettere positività a clienti è l'unico modo per rassicurarli della nostra esperienza e professionalità. L'affermazione positiva di un professionista può cambiare qualsiasi cliente negativo. Come la parola rassicurante di un medico, può cambiare la salute di un paziente intimorito.

Una nota per i genitori, date sempre supporto ai vostri figli se sono attratti da delle attività in particolare, dategli sempre gli strumenti se sono veramente interessati ad esse, e non credete che gli hobbies che hanno vadano in contrasto con la loro scuola e con i loro voti, un giorno essi sceglieranno ciò che sapranno fare meglio e che amano di più, la scuola in se stessa va bene per una cultura di base ma è lungi dall’essere una valida preparazione ad un lavoro. Normalmente la scuola è un concentrato di tante cose, molte delle quali sonoutili nel diventare dei lavoratori in proprio e altrettante inutili.

Gli hobbies e le attività che i bambini prediligono non devono essere stroncate a fronte di un leggero impegno nella scuola, inquanto saranno le attività che un giorno sceglieranno di svolgere. Quindi meglio sapranno farle e più tempo investiranno nei primi anni di età e più cresceranno liberi e forti e pronti ad un attività per conto proprio.

 

LA GIUSTA PRATICA PUO’ FARTI DIVENTARE UN PROFESSIONISTA

Solo con la pratica e con il contatto diretto ai problemi, una persona può infine diventare un vero e proprio professionista, una volta che le basi teoriche sono state assimilate e molte prove fatte, è il tempo di cominciare ad agire nella piena consapevolezza delle nostre capacità.
Solo se abbiamo piena consapevolezza delle nostre capacità e basi solide, possiamo affrontare il percorso di prendere in pieno le responsabilità del nostro lavoro.
Ogni persona prende la piena responsabilità delle proprie azioni, questo è nel lavoro come in qualsiasi altro campo.

Se a questo punto mancano le basi solide e la piena consapevolezza delle nostre capacità è meglio rifare il percorso e rivisitare la nostra preparazione, piuttosto di incontrare problemi più gravi dovuti alla nostra impreparazione.

Il praticantato arte sempre esistita nel mondo, è un passo fondamentale per essere riconosciuti come veri professonisti, essere e lavorare presso un “maestro” finchè non siamo pronti è la via per acquisire le tecniche del mestiere e le sfumature che fino ad ora non abbiamo notato.
Il tempo è sempre un fattore relativo, più l’impegno e la pratica e minore il tempo.

Quando saremo pronti, un nuovo feeling sorgerà in noi, cioè il volere essere indipendenti e cominciare quindi la nostra professione.

AMORE, ONESTA’, DISCIPLINA, VERITA’

Sono le chiavi per un lavoro di sicuro successo, inquanto sono i fattori che rendono vero un professionista. Bruciarsi nel mondo del lavoro è molto semplice, se entrano in gioco fattori negativi quali avidità, disonestà e cupidigia. Qualsiasi cosa noi facciamo, è sempre in vigore la legge universale del karma, ciò che facciamo agli altri e a noi stessi, ci ritornerà in egual misura.

Ecco che se ci adoperiamo lavorando con amore, onestà disciplina e verità, attrarremo a noi stessi queste stesse qualità, che si manifesteranno in clienti affidabili e onesti, in collaboratori amorevoli e veri facilitando quindi il nostro lavoro e permettendoci degli svaghi extra come delle ferie più lunghe e più pace della mente.

LAVORARE PER IL BENESSERE DEGLI ALTRI

Ogni lavoro se preso con lo spirito di risolvere i problemi degli altri, di creare soluzioni che facilitano la vita delle altre persone, e quindi di provvedere alla felicità degli altri, può far ritornare la felicità per noi stessi, mantenendoci economicamente e rendendoci felici della nostra vita e del nostro lavoro.
Se invece come spesso succede, il lavoro viene inteso meramente come un soddisfacimento egoistico, pensando solo al proprio benessere, avidamente in cerca solo delle soddisfazione economica il più delle volte alle spese dei clienti, dei fornitori e del pianeta, allora prima o dopo la legge karmica agirà di conseguenza facendoci imparare la lezione dal punto di vista di chi ha subito.
Chi lavora con puro aspetto egoistico alle spese degli altri e del pianeta stesso che lo mantiene in vita, sta creando le basi per una lezione dura che gli farà capire il suo atteggiamento, ovviamente nella libertà più assoluta, tutti noi abbiamo il divino diritto di fare questo per arricchirci di esperienze e conoscenze.

CONDIVIDERE CON GLI ALTRI LA TUA PROFESSIONALITA’

Dare è l’unico modo per ricevere, con una mano riceviamo e con l’altra diamo, più diamo e svuotiamo la nostra coppa di conoscenza e più saremmo pronti a riceverne ancora per riempirla di nuovo.
L’amore quindi deve fluire liberamente, e dato che la conoscenza è amore, più la facciamo fluire e più creeremo felicità, e più sarà la nostra.

IMPARA NUOVE CONOSCENZE E AGGIORNATI

Dal momento in cui hai cominciato a lavorare, sentirai sempre il bisogno reale di acquisire nuove conoscenze per fare meglio e più efficientemente il tuo lavoro. Restare sempre aggiornato è l’unico modo per dare sempre un servizio professionale ai tuoi clienti.
Questo processo è e sarà per l’eternità, l’affinamento delle nostre capacità è qualcosa che continua continuamente nella formula mentre lavoriamo, impariamo. Questi due processi non rimarranno mai isolati.

I SOLDI E LE BANCHE

Tutti sappiamo che per aprire un business, ci vogliono dei soldi, ed è per questo che la maggior parte delle volte ci si affida a banche per ottenere dei prestiti per cominciare il nostro lavoro in proprio. Questa è un’idea da valutare attentamente perché significa non aver lavorato e guadagnato almeno per finanziare il progetto di partenza, o quello di voler partire troppo in alto.
Per lavorare in proprio è meglio partire con il proprio budget anche se ristretto e investire quello, inquanto ci responsabilizza di più e ci dimostra di essere sicuri di ciò che facciamo, e soprattutto di non voler partire troppo in alto rischiando una trionfale caduta.

SUCCESSO

Il successo è raggiungere l'obiettivo mantenendo il perfetto rispetto verso gli altri e il pianeta stesso. Voler troppo economicamente significa molto spesso farlo a spese di qualcun altro e creare quindi del karma che un giorno dovrà essere dissolto.
Se il tuo business danneggia qualcuno o ancora meglio la natura e l'ambiente stesso, terminalo subito e dedicati a delle attività che aiutino a ristabilire ciò che hai danneggiato direttamente o indirettamente, altrimenti un giorno il TUO karma ti fermerà comunque.

fornire un servizio per amore Ŕ la via sicura alla felicitÓ e la giusta base per creare un lavoro

sponsor and ads by google